Università di Bergamo > Cerlis > Versione Italiana > Progetti

Diffusione delle conoscenze attraverso i media in lingua inglese: continuità e cambiamento nelle strategie discorsive, le ideologie, e le epistemologie: Progetto di ricerca di interesse nazionale.

 

 

MINISTERO DELL'UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA
PROGRAMMI DI RICERCA SCIENTIFICA DI RILEVANTE INTERESSE NAZIONALE
(BANDO PRIN 2015)

(Prot. 2015TJ8ZAS_002)

 

 

 

Titolo del Progetto di Ricerca

Diffusione delle conoscenze attraverso i media in lingua inglese: continuità e cambiamento nelle strategie discorsive, le ideologie, e le epistemologie

 

Obiettivi del Progetto di Ricerca

La diffusione delle conoscenze (DC) è centrale per l'innovazione nella ricerca e il cambiamento istituzionale. La crescita del livello di specializzazione ha creato la necessità di rendere le conoscenze accessibili anche ai non addetti ai lavori (o esperti in altri campi), adottando strumenti comunicativi che possano raggiungere un crescente, ma non sempre indefinito, pubblico globalizzato. Non sorprende che la crescente importanza della DC abbia portato alla nascita di una vasta gamma di generi, da articoli di giornali o riviste scientifiche ai più recenti generi mediati dal web, che soddisfano diverse esigenze.

Il progetto si propone di indagare le pratiche e le strategie di diffusione a vari tipi di pubblico in una serie di contesti diversi. Particolare attenzione sarà rivolta al modo in cui i generi si sono sviluppati nel corso del tempo e come sono stati adattati alle esigenze dei destinatari. Il progetto si focalizza su diversi ambiti comunicativi: la stampa prima, e la rete informatica al giorno d'oggi, con il suo crescente livello di partecipazione e di interazione.

Lo studio si basa su corpora e raccolte elettroniche di testi comparabili, che mostreranno come le conoscenze specifiche di un settore siano mediate nel discorso specialistico e nella divulgazione per rivolgersi alle diverse parti interessate. Il metodo utilizzato combina genre analysis e discourse analysis con la linguistica dei corpora, concentrandosi su:

a) il processo di DC, tracciando la nascita di nuovi generi in una prospettiva sincronica e diacronica. Tra i generi analizzati vi sono, ad esempio, giornali, riviste generali e riviste scientifiche dal 16° al 20° secolo, così come il giornalismo moderno e i generi web, con le loro sfide interculturali e multimodali. Sarà così possibile contestualizzare storicamente i processi discorsivi dispiegati nel corso del tempo;

b) le strategie di DC utilizzate in diverse discipline e generi comunicativi, concentrandosi in particolare sulle scelte lessicali e fraseologiche, i processi testuali, le strutture retoriche e le strategie comunicative utilizzate: l'uso di meta-discorso, definizioni, ripetizioni, riformulazioni, analogie e metafore; coinvolgimento di lettore e ascoltatore; strategie di semplificazione e di esplicitazione; multimodalità;

c) il grado di precisione, alterazione e faziosità delle conoscenze diffuse, in particolare per quanto riguarda temi sensibili, derivante dal trasferimento di nozioni specialistiche a un pubblico mirato, e soprattutto al pubblico generico;

d) le caratteristiche della DC nel contesto della comunicazione altamente asimmetrica, con particolare attenzione alla DC destinata ai bambini o ad un pubblico interculturale, e gli aspetti interculturali e interdiscorsivi coinvolti.

 

I risultati attesi sono:

-una più chiara definizione della natura del discorso della DC

-un'analisi dettagliata e critica delle strategie di DC in una prospettiva sincronica e diacronica

-un quadro aggiornato dei generi più rappresentativi in ​​contesti accademici e istituzionali (elettronici e tradizionali)

-la fornitura di linee guida per strategie comunicative basate su esempi di best practice.

 

 

Coordinatore Scientifico

BONDI MARINA

Università degli Studi di MODENA e REGGIO EMILIA

 

 

Unità operative locali:

Unità I: Università degli Studi di MODENA e REGGIO EMILIA, Prof. BONDI Marina

Unità II: Università degli Studi di BERGAMO, Prof. GOTTI Maurizio 

Unità III: Università degli Studi di MILANO, Prof. GARZONE Giuliana Elena 

Unità IV: Università degli Studi di FIRENZE, Prof. BROWNLEES Nicholas 

Unità V: Università degli Studi di PISA, Prof. CRAWFORD Belinda Blanche 

Unità VI: Università degli Studi di ROMA “La Sapienza”, Prof. SALVI Rita